Ancona: tragedia al concerto di Sfera Ebbasta.

Un evento che doveva essere di festa che diventa tragedia.

E’ quello che è accaduto nella serata di ieri alle porte di Ancona, durante il concerto del noto trapper italiano Sfera Ebbasta.

Per ragioni ancora al vaglio degli inquirenti, si è creata una gravissima scena di panico che ha indotto tutti i presenti (per la maggior parte ragazzini e ragazzine tra i 14 ed i 16 anni) a scappare.

L’enorme ressa che si è creata si è tramutata in tragedia quando, per il peso eccessivo, una balaustra è crollata, con alcuni ragazzi caduti un metro sotto e schiacciati dalle altre persone che erano nella folla.

Il bilancio è impressionante: 5 ragazzini ed una madre sono deceduti, mentre altre 7 sono state trasportate all’ospedale e sarebbero in pericolo di vita.

Sembra che all’origine del panico ci sia un episodio: una ragazzina che, forse per un’aggressione, ha spruzzato in aria dello spray al peperoncino che ha reso l’aria irrespirabile.

Dalle prime indagini, inoltre, emergerebbero gravi responsabilità da parte del gestore del locale che ha permesso a più di mille persone di entrare al concerto a fronte di una capienza di 800. Una delle uscite di sicurezza, poi, è risultata chiusa, situazione che ha favorito, a quanto pare, la tragedia.

Sul posto si sta recando il premier Conte che ha voluto esprimere personalmente la propria vicinanza alle famiglie e comprendere a fondo le cause della tragedia.

Annunci

Firenze: treno urta piattaforma, 3 feriti.

Tre persone sono rimaste ferite, dopo la mezzanotte, a Firenze.

Un treno merci che stava viaggiando tra le stazioni di Campo Marte e Statuto, per ragioni ancora da chiarire, ha urtato una piattaforma su rotaia con 3 operai manutentori a bordo, provocando la caduta sulla massicciata dei 3 uomini.

Recuperati dai Vigili del Fuoco, i 3 sono stati ricoverati in condizioni, fortunatamente, non gravi.

Interrotta per tutta la notte la circolazione in quel tratto, riaperto parzialmente solo questa mattina alle 6.

Veneto: scompare ragazzina 13enne.

Una ragazzina di 13 anni è scomparsa, oggi, a Pionca di Vigonza (PD) dove vive coi genitori.

La bambina era uscita di casa per andare a scuola, ma nell’edificio scolastico non è mai arrivata. Situazione che ha spinto il padre a dare l’allarme ai Carabinieri.

Nelle scorse ore ci son state diverse segnalazioni, ma nessuna di queste ha dato l’esito sperato.
Secondo la famiglia, la minore non ha mai dato segni di voler tentare la fuga.

Firenzuola (FI): incendio in casa, 3 feriti.

Grave incendio in un’abitazione di Firenzuola, in provincia di Firenze.

Il bilancio parla di 3 feriti gravi, una donna di 40 anni ed i suoi due figli di 8 ed 11 anni.

Da una prima ricostruzione, sembra che i due bambini, ora ricoverati all’Ospedale Pediatrico di Firenze, stessero giocando con un accendino quando, fortuitamente, hanno dato fuoco al divano dando vita al rogo.

Le condizioni dei piccoli e della madre -ricoverata al CTO di Torino- sono gravi. Tutti, infatti, hanno subito ustioni sul 50% del corpo.

Rieti: esplode autocisterna, 2 morti e 17 feriti.

Tragedia nel reatino.

Una cisterna di gpl è esplosa mentre scaricava il suo carico in un distributore di carburanti.

Gravissimo il bilancio: due persone, di cui un Vigile del fuoco, sono decedute ed altre 17 sono rimaste ferite.

Al momento le squadre di soccorso e dei vigili del fuoco sono al lavoro per bonificare la zona.

Crotone: medico aggredito.

Una dottoressa in servizio presso l’Ospedale di Crotone è stata ferita a colpi di cacciavite da un 50enne del luogo.

L’uomo, che ha colpito la donna al collo, ha agito per vendetta, accusandola di aver causato la morte di una congiunta.
La tragedia è stata, fortunatamente, evitata grazie all’intervento di un venditore ambulante che ha fermato l’aggressore prima ch’egli potesse sferrare un secondo colpo.

Il 50enne ha agito a volto coperto ed ha tentato la fuga prima di essere bloccato dalle forze dell’ordine.

Si tratta, al nosocomio crotonese, della seconda aggressione nel giro di 4 mesi, sempre ai danni di medici in servizio presso l’ospedale.

Terremoti: scossa tra Bologna e Pistoia.

Una scossa di magnitudo 3,2 si è registrata all’1,06 di questa notte tra le province di Bologna e Pistoia.

L’epicentro registrato dall’Istituto sismografico è stato tra Sambuca Pistoiese e Castel d’Aiano (Bologna) con un ipocentro a 18 km di profondità.
Al momento non si registrano danni a cose e persone.

Droga in azienda per errore: indagano i Carabinieri.

Vicenda paradossale quella vissuta da un titolare d’azienda di Zermeghedo, nel Vicentino.

L’uomo, titolare di una ditta di pellami, ha ricevuto un container nell’area destinata al carico scarico e quando ha visionato la merce, ha trovato 700 kg di cocaina.
Da lui stesso è poi partita la chiamata ai Carabinieri che ora stanno cercando di risalire i responsabili dell’accaduto ed i “titolari” del traffico di droga, scoperto per caso.

Sembra, da un primo esame, che il carico sia stato scambiato in fase di preparazione al trasporto. Resta ora da capire da dove provenisse la droga.

In cella per violenza inventata: risarcito.

La Corte d’Appello di Brescia ha accolto la richiesta di risarcimento, per ingiusta detenzione, avanzata dai legali di un 37, incarcerato per 358 giorni a seguito di una denuncia per violenza sessuale su minore.

L’uomo era stato accusato di violenza dalla figlia, allora minorenne, per vendetta e solo dopo un anno si è scoperto che la ragazzina aveva inventato tutto, per una vendetta contro il padre.

I giudici hanno così disposto un risarcimento per lui di 62500 per ingiusta detenzione, dopo che, nello scorso anno, l’uomo è stato assolto con formula piena.