Femminicidi: Una scia senza fine.

E’ successo ancora.

Ancora una volta una giovane donna uccisa da un uomo.

Questa volta a farne le spese una ragazza di 16 anni, si chiamava Noemi.

Noemi, una giovane ragazza, con gli occhi pieni di vita ma con una sola sfortuna. Essere finita nelle grinfie di un ragazzo psicopatico, pazzo, violento. E la famiglia di lui non era da meno.

La famiglia della ragazzina e quella del suo fidanzato non si parlavano, si odiavano. Eppure lei continuava a frequentarlo, forse pensando di poterlo cambiare.

Ma come si può pensare di cambiare un disgraziato che ha già subito 3 T.S.O. ed è supportato da una famiglia violenta? Come si può pretendere che lui diventi un damerino?

Nessuno di noi può rispondere, perché si sa. L’amore rende ciechi.

Il punto è che una triste mattina, intorno alle 5, Noemi si trova ad entrare in macchina del fidanzato, senza sapere che di lì a poco la sua vita sarebbe finita.

Lui, come sempre, si dimostra violento e chissà se lei non desiderasse scappare vedendolo così. Ma niente, era in auto con lui. Poteva fare ben poco.

E così…..Quel ragazzo che lei amava tanto la uccide. Non si sa bene come, ma la fa fuori, la elimina, con il benestare della sua famiglia, anormale come lui.

L’aspetto più inquietante e odioso di questa storia, oltre al femminicidio, l’ennesimo, è che lui, uscendo dalla caserma dei CC , si mostra spavaldo. Si mostra con aria di sfida, neanche fosse un boss mafioso.

Non è dato sapere cosa stia passando nella testa, nel misero cervellino di quel ragazzo. Ma la sola speranza è che la giustizia farà il suo corso e che ponga fine alle sue velleità criminali e omicide, rinchiudendolo per il resto dei suoi giorni in una cella, senza uscirne mai.

 

4 risposte a "Femminicidi: Una scia senza fine."

  1. Non ci sono scuse…per ammazzare, non ci sono alibi…di famiglie disgraziate ecc…perchè ogni famiglia affronta le sue, altrimenti il mondo si sarebbe estinto da un pezzo…specialmente se ogni donna si vendicasse dei torti subiti.
    Per una donna,è molto facile ammazzare “se vuole”ma…è più propensa alla vita,perché da lei nasce la vita…fatta di sangue suo.
    Il problema degli uomini,è che non riescono ad ammettere le loro debolezze troppo abituati ad averla vinta in ogni campo pur sapendo che la donna e migliore di loro.

    Mi piace

    1. Non si tratta di migliori o peggiori, si tratta di non avere controllo nè freni di nessun tipo. E soprattutto di non aver saputo dare un senso alla propria vita tanto da dover rovinare quella degli altri per sentirsi grandi. Questo secondo me è l’aspetto più schifoso della questione femminicidi

      Mi piace

      1. Peggiori…perché”non vogliono”controllare il loro istinto di prevalere, sapendo che in fondo se la caveranno…creme sempre,è intanto muoiono centinaia di sangue innocente,una trage.
        Non riesco più a sopportare queste strage di figli nostri,non sono solo peggiori…sono mostri da chiudere nei sotterranei degli inferi.
        Non sono uomini…ne animali,ma una razza che infetta come la peggior delle catastrofi.
        Ci vuole un vaccino anti femminicidio per questa strage di innocenti.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.