Curiosità “mondiali”.

Primi giorni di Russia 2018 e già fioccano gli eventi o le statistiche curiose su giocatori e team.

Vediamone un po’:

– ISLANDA: la compagine isolana, alla sua prima comparizione nel Mondiale di calcio, ha ottenuto un risultato che già di per sé è curioso: è riuscita, con un catenaccio spaventoso, a tenere a bada i più forti giocatori della nazionale Argentina, imbrigliando specialmente Messi che, oltretutto, ha sbagliato un rigore per lui elementare, facendosi ipnotizzare dal non certo fenomenale Halldorson.

– ISLANDA2: la partita d’esordio della Nazionale islandese è stata seguita in tv da tutta l’Islanda, con uno share del 99,4%. Un dato incredibile, il più alto di sempre per un evento sportivo. E se consideriamo che l’isola conta solamente 334mila abitanti, c’è da giurare che lo 0,6% che non era davanti alla tv, l’ha seguita direttamente allo stadio.

– GERMANIA: la Nazionale tedesca è riuscita nell’imponderabile. Ha perso la prima partita del suo Mondiale. Non succedeva dal 1982 con l’Algeria.

– MESSICO: la compagine tricolor non vinceva la partita d’esordio dal 1986. Da allora ha sempre perso. A Russia 2018 hanno fatto una partita miracolosa, distruggendo le sicurezze difensive della Germania e facendo scendere moralmente nel baratro le certezze dei tifosi della Deutsche Mannschaft.

– BRASILE: qui la statistica curiosa ci viene da Neymar. Il fenomeno verdeoro ha stabilito un nuovo record personale: ha subito fin qui (una sola partita) 10 falli. Il precedente record durava dal 1966 per la Selecao e dal 1998 per quanto riguarda il mondiale.

Queste sono alcune delle curiosità emerse in questi giorni, ma c’è da starne certi che sorprese ed eventi curiosi non finiranno qui.

Buon Mondiale a tutti.