Ex Birmania, Italia: stop a repressione.

Anche l’Italia, nella persona del Ministro degli Esteri, si unisce alla richiesta di stop immediato e senza condizioni della repressione in Myanmar.

L’intimazione arriva dopo l’ennesimo giorno di violenze perpetrate dai militari che hanno preso il potere e che stanno sparando, non solo con proiettili di gomma, contro i civili che protestano contro il golpe da loro messo in atto nelle settimane scorse.

Anche il premier San Suu Kyi, in carcere, chiede la fine delle violenze.

Molti i Paesi del mondo che chiedono lo stop della repressione e, con essa, la liberazione della Premier.

Convocato anche l’ambasciatore birmano.

Pubblicato da daniel

Ciao. Mi chiamo Daniel e questo è il mio sito. Per info e curiosità contattatemi!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: