Le sembianze di Pippo della Disney, storpiate in un ghigno beffardo.

Così si presenta Jonathan Galindo, il personaggio che, a quanto pare, ha portato negli ultimi tempi alla morte di un bambino di 11 anni di Napoli.

Come i precedenti Blue Whale e Momo Game, anche qui il balordo carpisce la fiducia di quelli che per la società sono ancora bambini, convincendoli ad affrontare prove sempre più pericolose, giochi sempre più spinti all’autolesionismo, portandoli talvolta anche al suicidio.

La storia di questo fantomatico personaggio è uscita dopo che un ragazzino di 11 anni napoletano che, sembra per l’estremo gesto richiesto dal gioco proposto da questa ignobile persona, si è buttato dal balcone di casa uccidendosi.

Ma…Come funziona questo macabro “gioco”?

Tutto inizia con un’innocente (così pare) richiesta d’amicizia sui social, fatta da questo “Pippo Horror” ai minori. Questo essere, poi, comincia a parlare con il minorenne, convincendolo in modo subdolo ma deciso a fare azioni sempre più pericolose e lesive della propria integrità fisica. Il “gioco”, sulla scia di Blue Whale, termina poi con l’estrema prova: buttarsi dal terrazzo o da un punto elevato togliendosi la vita.

Un gioco macabro ed indegno, insomma, propiziato dal fatto che, ormai, i ragazzini sono “schiavi” della tecnologia, divisi tra pc e cellulari che, se usati senza sorveglianza da parte di un adulto, possono portare a conseguenze disastrose.

Il consiglio, quindi, è sempre lo stesso: seguite i vostri figli, distoglieteli dalla tecnologia o, se gliela fate usare, siate vigili e non lasciate mai i bambini da soli a fronteggiare social e quant’altro. Il mondo è pieno di gente infida che sfrutta la fragilità dei minori per chissà quale scopo.

Pubblicato da daniel

Ciao. Mi chiamo Daniel e questo è il mio sito. Per info e curiosità contattatemi!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: