F1, Monza: Leclerc fa doppietta!

Emozionante vittoria di Charles Leclerc nel GP d’Italia.

Il monegasco si aggiudica la gara al termine di un incredibile duello con le due Mercedes che le provano tutte ma, tra scie e gomme andate, non riescono mai a rendersi pericolose.

Unico momento d’inquietudine per i tifosi della Rossa quando Hamilton, cercando un sorpasso impossibile, viene urtato da Leclerc e rischia il “dritto” (bandiera bianca-nera per Leclerc, una sorta di ammonizione a non commettere altre infrazioni).

Hamilton, che aveva montato le Medie, va in crisi con le gomme e termina la gara 3°.

Al secondo posto va Bottas. Disastro Vettel che prima va in testacoda e poi si becca 10 secondi di stop&go per aver urtato Perez. Finirà la gara 13°.

F1, Monza: l’assurda qualifica.

Qualifica incredibile a Monza.

Charles Leclerc (Ferrari) conquista la pole position davanti alle due Mercedes di Hamilton e Bottas.

Nella Q1, senza Verstappen per cambio della power unit, dominio Leclerc.

In Q2 zampata Hamilton che, per la prima volta nel weekend, mette la testa avanti, anche se per poco.

Nella Q3 succede l’incredibile (che finisce sotto investigazione): tutti escono a 2 minuti dal termine, alla ricerca della scia degli altri piloti ma… nessuno la concede!

Solo Charles si avvede del tempo che scorre e rompe gli indugi, superando il traguardo prima della bandiera a scacchi. Gli altri, invece, prendono la bandiera e devono abortire il giro.

Vettel partirà così quarto, ma il tutto dovrà essere rivisto dai commissari, chiamati a decidere chi penalizzare tra i 9 piloti coinvolti nell’ultima, pazza sessione.

Berrettini: il sogno svanisce. Nadal in finale.

S’infrange contro Rafael Nadal il sogno americano di Matteo Berrettini.

L’italiano, primo semifinalista tricolore dopo 42 anni agli U.S. Open, si schianta contro lo spagnolo, non certo impeccabile e dice addio ai sogni di gloria nel torneo.

Primo set equilibrato, con lo spagnolo che salva due set points e si porta a casa il set 8-6 al tie break.

Da quel momento svanisce ogni possibilità di rimonta di Matteo che perde anche gli altri due set (6-4 ; 6-1) e dice addio al torneo migliore della sua carriera.

Rafa affronterà in finale Medvedev, che nella semi ha battuto il bulgaro Dimitrov.

F1, Spa: primo acuto di Leclerc.

In una domenica surreale, segnata dalla morte, del 22enne Anthoine Hubert, Charles Leclerc si aggiudica il GP del Belgio.

Gara dominata dal primo giro, con una partenza perfetta. Hamilton, che subito ha guadagnato la seconda posizione a danno di Vettel, tenta in tutti i modi di recuperare terreno ed alla fine riesce nell’impresa.

Leclerc, però, non molla ed alla fine mantiene quel secondo di vantaggio che gli permette di marcare il suo nome negli annali del circuito belga di Spa. Alle sue spalle Hamilton e Bottas. Vettel chiude quarto a causa delle gomme.

Alla fine, intervistato dall’ex pilota David Coulthard, Charles ha dedicato la sua vittoria allo scomparso amico Hubert, suo compagno d’infanzia.

Premiazione, come da aspettative, molto sottotono, in segno di rispetto.

Prossimo appuntamento, il Gp d’Italia a Monza.

Angelus in ritardo, Papa Francesco risponde così.

“Scusate il ritardo. Chiuso 25 minuti in ascensore”.

Questa la risposta che Papa Francesco ha dato ai tanti fedeli in Piazza San Pietro per l’Angelus domenicale.
La messa, cominciata in ritardo, ha suscitato un attimo di preoccupazione ai presenti, che non vedevano arrivare il Pontefice.

Fortunatamente, dopo quasi mezz’ora, Bergoglio compare dalla consueta finestra e spiega come è andata: “Sì, ci son stati minuti di tensione, ma poi sono arrivati i vigili del fuoco e tutto si è risolto. Scusate per il ritardo.”

F2: muore Anthoine Hubert.

Anthoine Hubert, pilota 22enne coinvolto nel tremendo incidente in F2, non ce l’ha fatta.

Dal comunicato FIA il ragazzo, “rookie” della categoria, è spirato alle 18,35 in seguito alle ferite riportate.
Le sue condizioni, già dalle prime immagini, parevano tutt’altro che buone ed alle 19, avvisati i parenti, è stata ufficializzata la triste notizia.

Grave ma stabile Correa, il secondo pilota coinvolto nello schianto.

Spa, F2: spaventoso incidente. Gara annullata.

Incidente impressionante quello avvenuto poco fa nella gara di F2 in programma a Spa, Belgio.

Tre i piloti coinvolti: Sato, Hubert e Correa, con le monoposto letteralmente sbriciolate.
Gara immediatamente sospesa e cancellata e soccorsi sanitari velocemente attivati per portare in ospedale i piloti.

Ad aver la peggio è stata la monoposto di Hubert, divisa in due parti e capovolta.
Non si conoscono al momento le condizioni dei piloti, ma le immagini sono decisamente scioccanti.

Alabama, spari a partita football: 10 feriti.

Dieci persone sono rimaste ferite da colpi d’arma da fuoco in Alabama, nella città di Mobile.

Secondo fonti della polizia, la maggior parte dei feriti sarebbero ragazzi tra i 15 ed i 18 anni. Cinque di loro versano in gravi condizioni.
Ignoti, al momento i motivi che hanno scatenato la sparatoria, anche se la polizia pensa possa essere scaturita in seguito ad una rissa tra spettatori.

Sempre le fonti affermano che due persone sono state fermate.

New York dice ‘Basta’ al foie gras.

E’ di oggi, 29 agosto, la notizia che la città di New York starebbe valutando di vietare su tutto il suo territorio la produzione e la vendita di foie gras.

Secondo le autorità, infatti, per produrre la specialità francese, considerata da molti una prelibatezza, si userebbe un metodo definito una vera e propria tortura per le anatre.

New York, che rappresenta il quarto mercato degli Stati Uniti per il foie gras, non è, però, la prima città americana a dire no alla pietanza francese. Infatti, già nel 2006, la città di Chicago aveva deciso di bandire la sua vendita, rimuovendo, però, il divieto 2 anni dopo.

Matera: 2 morti in ispezione pozzo.

Due operai sono morti, oggi, ad Aliano (Matera).

I due, secondo una prima ricostruzione, stavano controllando un pozzo di manutenzione di una discarica quando, forse per le esalazioni tossiche, il primo operaio si è sentito male.

A quel punto, il secondo operaio si è calato nel pozzo, forse per aiutare il collega in difficoltà, ma anche lui ha perso i sensi.

Quando sono arrivati gli specialisti dei Vigili del Fuoco per i due non c’era più niente da fare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: