Eroi di tutti i giorni: Martina.

Quando pensiamo agli eroi, ci vengono subito in mente Batman e Robin, Superman, i fantastici 4. Personaggi di fantasia, insomma.

Ci sono, tuttavia, eroi silenziosi in carne ed ossa che passando inosservati compiono gesta incredibili, come salvare una vita.

La storia di oggi ha per protagonista una ragazza che si chiama Martina Pigliapoco, giovanissima, e che indossa la gloriosa divisa dell’Arma dei Carabinieri.

E’ una giornata qualunque nel Bellunese, quando ad un tratto arriva una chiamata d’emergenza al 112: una donna, una madre, è salita su un ponte e vuole buttarsi nel vuoto.

Martina ed il collega in pattuglia si precipitano sul posto ed è appena arrivata che la carabiniera inizia il suo grande gesto: si siede sul ponte, con la donna abbastanza distante che, tristemente, aveva già superato il parapetto del ponte, con l’intenzione di farla finita.

Ecco che Martina inizia a parlarle, stando seduta ferma, quasi come fanno i bambini quando giocano. Quei bambini che, nella famiglia dell’aspirante suicida, sono numerosi. Infatti la donna ha 3 figli piccoli che, da un momento all’altro, potrebbero rimanere orfani di madre.

L’agente comincia a chiederle di loro, a chiederle il perchè vuole buttarsi e le spiega che, per quanto complessa, la vita è una ed è bellissima. Una lunga chiacchierata prosegue per circa 4 ore, con la donna sempre oltre il parapetto che, però, ascolta la carabiniera e dialoga con lei.

Dopo 4 lunghe ed estenuanti ore, il dialogo di Martina con la madre dei 3 bambini sortisce un bellissimo effetto: l’aspirante suicida scavalca nuovamente il parapetto e, questa volta, si fa avvicinare dalla carabiniera e dai soccorritori che la prendono in cura.

Felicità ed emozione, dopo il salvataggio, nelle parole della giovane ragazza dell’Arma che si definisce ancora incredula e molto felice per quello che è riuscita a fare. Una situazione di estrema delicatezza ed urgenza che lei è riuscita a portare a termine con grandissima intelligenza e molta umanità. Quell’umanità tipica di chi ama aiutare gli altri.

Plauso dal Presidente della Regione Veneto Luca Zaia che parla di Martina come un’eroina contemporanea e silenziosa che, con grande passione, umanità e capacità dà valore alla divisa che indossa, ricordando che gli eroi dei giorni nostri sono questi: persone normali che, al momento opportuno, diventano speciali.

Perugia, bimbo morto: convalidato fermo.

Il Giudice per le indagini preliminari di Perugia ha convalidato il fermo per omicidio volontario aggravato alla donna, madre del piccolo, che il primo ottobre aveva adagiato il piccolo morto su un nastro di un supermercato.

La donna, 44 anni ungherese, è stata fermata come responsabile del delitto, dal momento che il bambino di 2 anni presentava evidenti ferite d’arma da taglio.

Lei, attraverso il suo legale, si professa innocente, mentre il padre l’accusa dicendo che l’ha ucciso per evitare di riconsegnarlo a lui, designato come affidatario del piccolo

Facebook, Instagram e Whatsapp down: i ragazzi ritornano al passato.

Giornata dai contorni vintage quella che stanno vivendo in queste ore i ragazzi di mezzo mondo.

I tre social network più famosi, Facebook, Instagram e Whatsapp, sono fuori uso dalle 18 di questo pomeriggio per un problema ancora di natura ignota.

Tutti disperati? Non proprio.

Alcune persone, giovani e meno giovani, hanno riscoperto, grazie a questo blackout, il piacere di usare vecchi metodi di contatto, quali le chiamate, il vecchio e caro sms e lo “squillo”. E subito partono i ricordi, con frasi come “Ricordi che tempi? Quando finivano i 100 sms e facevi lo squillo per far capire che non li avevi più” oppure “Che bello quando finiva il credito del telefonino e l’unico modo per tenersi in contatto era vedersi”.

E’ da dire che, ormai, siamo un po’ tutti schiavi dei social. Siamo diventati ormai sudditi di un Tweet, di un Like o di uno “share”, ma non sappiamo più cosa voglia dire un abbraccio, un bacio oppure una semplice telefonata all’amico lontano.

Forse giornate come questa ci sarebbero utili più spesso, perchè riscoprire metodi “vintage” ed anche un po’ di “socialità diretta” ha un sapore diverso. Il sapore che, ormai, non è più nella nostra bocca.

Maltempo: provincia di Alessandria sott’acqua.

Fortissima ondata di maltempo quella che, nelle ultime 24 ore, sta colpendo il Piemonte.

Particolarmente interessate dalle piogge le province di Alessandria e di Savona, con intere zone sommerse dall’acqua.

I danni più ingenti si contano a Pontinvrea (SV), dove il torrente Erro ha rotto gli argini invadendo tutta la città e spazzando via tutto. Gravi danni anche nella zona di Sassello (SV) dove un ponte è crollato.

Nel basso Alessandrino le forti piogge hanno fatto innalzare tutti i corsi d’acqua fino al livello di pericolo. Disposte evacuazioni in molte zone golenali ad Alessandria e provincia e chiusi diversi ponti su Orba, Bormida e torrente Erro.

Al momento la situazione fiumi nell’alessandrino è sotto controllo, ma permane lo stato di allerta rossa in tutta la provincia. Scuole chiuse in diversi comuni.

Turchia, uomo alla ricerca di… se stesso.

Signore e signori, bimbi e bimbe, madame e monsieur ecco a voi l’epic win di questo 2021.

Siamo in Turchia, precisamente nella zona di Inegöl, dove un uomo di circa 50 anni si è perso nel bosco mentre usciva (ubriaco) da un locale con amici.

Subito scattano i soccorsi e le squadre di ricerca entrano in azione.

Fin qui tutto normale ma…..

Dopo qualche ora di ricerche inutili, un uomo ubriaco si unisce alle operazioni e qui entra in scena il grottesco.

L’uomo, infatti, era lo stesso 50enne che i soccorsi stavano cercando.

Insomma, una vera e propria ricerca di se stesso, per fortuna con ritrovamento finale.

Formula 1: a Sochi sorpresa Norris.

Grande sorpresa nelle qualifiche del GP di Formula 1 in programma domenica a Sochi (Russia).

Lando Norris su McLaren si aggiudica la pole position inaspettatamente, al termine di una qualifica anomala, dove i “soliti noti” non brillano.

Secondo, alle sue spalle, il ferrarista Carlos Sainz Jr. che piazza la rossa di Maranello in prima fila lasciandosi alle spalle un incredibile George Russell ed il pluricampione Lewis Hamilton, autore di diversi errori (persino in pit lane) e di un incidente ai box, dove ha investito un meccanico.

Guai seri per Verstappen che rinuncia alla qualifica e partirà ultimo e per Leclerc che, avendo sostituito il motore, partirà 19°.

Motociclismo: muore in pista a 15 anni.

Un’altra tragedia scuote il mondo delle due ruote.

Nella gara odierna a Jerez (Spagna), il 15enne Dean Viñales ha perso la vita in un incidente molto simile a quello che, a Sepang nel 2011, ha portato via Marco “Sic” Simoncelli.

Il ragazzo, in lotta nel centro del gruppo, ha perso il controllo della sua moto, cadendo ed è stato investito da alcuni piloti dietro di lui che, data la brevissima distanza, non hanno potuto fare nulla per evitarlo

Immediata la bandiera rossa e attivati subito i soccorsi, per il giovane non c’è stato nulla da fare.

Troppo gravi le ferite al capo riportate nell’impatto con le altre moto. Sotto shock il cugino, campione della MotoGP, Maverick Viñales. Annullato, in segno di lutto, tutto il resto del programma che si doveva svolgere nel weekend.

Mondiali 2022: Italia-Svizzera 0-0.

Una brutta Italia pareggia a reti bianche a Basilea contro un’ottima Svizzera, nella seconda partita delle qualificazioni ai Mondiali 2022.

Occasione ghiotta per Berardi al 19’, ma l’azzurro si fa ipnotizzare da Sommer e non riesce a sfruttare l’1 contro 1.

Dal 25’ fino alla fine del primo tempo Svizzera sugli scudi ed Italia in affanno.

Nel secondo tempo arriva l’occasione della partita: al 53’ Rodriguez stende Berardi in area e l’arbitro concede il calcio di rigore. Jorginho sul dischetto, ma tira malissimo e Sommer para facilmente.

Da quel momento assolo svizzero, ma il risultato non cambia. La qualificazione azzurra, ora, è in serio pericolo.

Torino, rogo in palazzo: un indagato.

Un fabbro di 56 anni è stato iscritto nel registro degli indagati per il rogo che, nei giorni scorsi, ha gravemente danneggiato un palazzo di Torino.

L’uomo sarebbe stato nell’attico del palazzo per l’installazione di una cassaforte, ma dal suo saldatore sarebbe partita una scintilla che ha scatenato l’incendio che ha distrutto i piani alti del palazzo.

Per lui l’accusa è di incendio colposo.

F1, Gp Olanda: Verstappen Re di casa.

E’ Max Verstappen il vincitore del Gp di Olanda appena disputato.

Il campione olandese su Red Bull si aggiudica la gara al termine di un weekend spettacolare, comandato in lungo ed in largo.

Alle sue spalle un indomito Hamilton che cerca in tutti i modi di contrastare lo strapotere del pilota di casa, ma senza successo. Frustrazione che, alla fine, si traduce in un secondo posto che vale anche la perdita della leadership nel campionato.

Terzo posto per Valtteri Bottas, mai in lotta per il primo posto, ma che alla fine rischia di rubare il punto addizionale a Lewis, strappandogli il giro veloce. Fortunatamente per l’inglese, il team reagisce e, grazie ad un cambio gomme a 5 giri dal termine, manda il 5 volte campione del mondo ad ottenere il punto addizionale.

Chiaroscura la prestazione della Ferrari, con Leclerc quinto e settimo Carlos Sainz, superato da un ottimo Fernando Alonso.

Prossimo appuntamento in Italia, purtroppo senza il bellissimo colpo d’occhio di spettatori che si è visto oggi in Olanda.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: