Post

Australian Open: vince N. Osaka.

La giapponese Naomi Osaka si aggiudica, al termine di un match tiratissimo, l’Australian Open 2019, collezionando così la seconda vittoria in altrettanti Slam.

Naomi batte 7-6 5-7 6-4 la ceca Petra Kvitova, autrice di una bella rimonta nel secondo set.

La tennista nipponica ha vissuto lunghi tratti di buio con la ceca che tenta di approfittarne, ma senza troppa convinzione. A pesare sulla tennista europea la condizione fisica, che si è visto non essere al top.

Gioia grande per il Giappone che, con questa vittoria della Osaka, vede un’atleta del Sol Levante salire in prima posizione nella classifica WTA.

Annunci

Spagna: niente miracolo per Julen

Tutto il mondo sperava in una buona notizia che, però, non arriverà mai.

Julen, il piccolo di 2 anni caduto il 13 gennaio in un pozzo alla periferia di Malaga, non ce l’ha fatta.
Per 11 giorni i soccorritori si sono prodigati per raggiungerlo e portarlo, finalmente, in salvo ma ogni sforzo è stato vano. Proprio nelle scorse ore gli uomini intervenuti per salvarlo lo hanno raggiunto, ma il bimbo era già deceduto.

La Municipalidad di Malaga ha proclamato 3 giorni di lutto ed un minuto di silenzio oggi alle 11 in ricordo del povero bambino.

Dirigere un’orchestra? Impara ad Acqui Terme.

La Scuola di Musica “G.Bottino”, con sede in Piazza Don Dolermo 24 ad Acqui Terme, organizza per l’anno 2019 il corso di Direzione d’Orchestra.
Il corso si struttura in due parti: la prima, definita Avviamento, permette di conoscere le nozioni di base ed è rivolto a chi desidera, per la prima volta, avvicinarsi al mondo della direzione d’orchestra, apprendendo fin da subito le basi di: analisi della partitura, tecnica gestuale e studio della strumentazione.

In questa fase sono previste esercitazioni pratiche individuali che saranno videofilmate diventando, così, un momento di crescita e di verifica per ogni alunno.

Chi ha già appreso le nozioni basilari del corso o ha conseguito un diploma di strumento, coloro che abbiano compiuto il triennio di Composizione o che abbiano un sufficiente esperienza di direzione d’orchestra, possono accedere alla seconda fase del corso, definita Progredita.

Tale fase porterà gli alunni a prepararsi per sostenere l’esame di direzione, finalizzata al conseguimento del diploma riconosciuto dall’Associated Board of the Royal Schools of Music (dipABSRM – String Orchestra) oppure la licenza riconosciuta dall’ABSRM (LRSM – String Orchestra).

Repertorio affrontato durante il corso:

P.I. ČAJKOVSKIJ “Valzer”, dalla Serenata per archi
E. ELGAR Serenata in mi minore op.20
F.MENDELSSOHN Sinfonia II in re maggiore per archi
W.A.MOZART Divertimento in re maggiore K 136
Divertimento in fa maggiore k 138
Serenade “Eine kleine Nachtmusik” K 525
G. ROSSINI Sonata in sol maggiore n.1 per archi
A.VIVALDI Concerto in mi maggiore “la primavera”
P.WARLOCK Capriol suite

Il manuale adottato durante il corso sarà Elementi di direzione d’orchestra di Fabrizio Dorsi, Casa Musicale Eco Editore

Calendario del corso di direzione d’orchestra

Sabato 30 marzo ore 10-13, 14.30-17.30 lezione teorica

Domenica 31 marzo ore 9.00-13.30 lezione teorico-pratica

Sabato 13 aprile ore 10-13, 14.30-17.30 – lezione teorica

Domenica 14 aprile ore 9-13.30 – lezione pratica con quartetto d’archi

Sabato 18 maggio ore 10-13, 14.30-17.30 – lezione teorica

Domenica 19 maggio ore 9-13.30 – lezione pratica con orchestra d’archi

Incontro di giugno: data da definire

Sabato ore 10-13, 14.30-17.30 – lezione teorica

Domenica ore 9-13.30 – lezione pratica con orchestra d’archi

La data dell’incontro di ottobre è da definire in base alla data del CONCERTO FINALE

Il sabato ore 10-13, 14.30-17.30 – lezioni pratiche con orchestra
La domenica – prova e concerto finale del corso
Data da definire (novembre)
Prova con orchestra ed esame ABRSM (riservato agli studenti in possesso di adeguati prerequisiti e che ne facciano richiesta entro aprile 2019)

Modalità di partecipazione

Il CORSO DI DIREZIONE D’ORCHESTRA prevede 5 incontri teorico pratici, ciascuno
della durata di un fine settimana (sabato-domenica, da marzo a ottobre 2019) e si
concluderà con un concerto diretto dagli allievi.
Per iscriversi è sufficiente compilare la scheda acclusa e farla pervenire per posta
prioritaria o per e-mail entro il 28 febbraio 2019, con allegata ricevuta di bonifico di € 250 facendo un bonifico sul conto bancario:
110998 Banca Prossima intestato a Corale Citta Di Acqui Terme
IBAN: IT18I0335901600100000110998

Causale: acconto corso di direzione d’orchestra 2019

indirizzata a:

Corale Città di Acqui Terme
Piazza Don Dolermo, 24
15011 ACQUI TERME (AL)

Segreteria: Francesco Telese Tel. 360/440268

e-mail scuoladimusica@coraleacquiterme.it

Il saldo di €. 750 (per un totale di €.1.000) andrà effettuato entro l’inizio del corso dai soli allievi effettivi (per gli uditori sarà sufficiente l’acconto).
Per coloro che verranno ammessi a sostenere l’esame ABRSM sono previsti una
prova, alcune lezioni supplementari di trascrizione/arrangiamento, l’assistenza di un
interprete ed il versamento di ulteriori € 400.

Gli incontri si terranno presso Scuola di musica “Gianfranco Bottino” piazza Don Dolermo, 24 – 15011 Acqui Terme (AL).Scuola di Musica “Gianfranco Bottino” Corale Città di Acqui Terme nata nel 1989 con 35 allievi, oggi ne conta più di 100 suddivisi nelle varie sezioni di batteria e percussioni, basso, canto, chitarra classica e jazz, pianoforte, violino, violoncello, fisarmonica, informatica musicale, musica d’insieme classica e moderna, solfeggio e didattica musicale.

La scuola organizza durante l’anno scolastico numerose manifestazioni:
– concerti
– saggi
– musical
– rappresentazioni di operine musicali per bambini
– corsi di musicoterapia
– musica d’insieme classica
– musica d’insieme moderna

I corsi durano da ottobre a maggio con saggi ed esami a fine corso. Dal 2010 ha stipulato una patto di intesa in rete con il Conservatorio “A. Vivaldi” di Alessandria. Da novembre 2016 sede d’esame ABRSM.

Fabrizio Dorsi, direttore d’orchestra, è diplomato in Composizione, Direzione d’orchestra, Musica corale e Direzione di coro al Conservatorio di Milano e laureato in Lettere presso l’Università Cattolica della stessa città. Si è perfezionato in Italia con Vladimir Delman, Franco Ferrara e Piero Bellugi, a Vienna con Karl Österreicher e Julius Kalmar. Nel 1989 ha partecipato come allievo effettivo al Seminario di Direzione d’orchestra tenuto da Leonard Bernstein all’Accademia di S. Cecilia a Roma.

Dopo l’esordio nella stagione lirica 1983-84 del Teatro Comunale di Bologna (quale selezionato fra i partecipanti all’iniziativa “Teatro Studio”), ha svolto attività direttoriale in Italia e all’estero, è stato invitato da alcuni dei più prestigiosi festival italiani (Rossini Opera Festival, MiTo – Settembre Musica, Festival Verdi Parma), e ha inciso CD e DVD per Amadeus, Bongiovanni e La Bottega Discantica. Dal 2008 al 2013 è stato direttore del Conservatorio di Piacenza; attualmente è titolare di “Esercitazioni orchestrali” e incaricato di “Direzione d’orchestra” presso il Conservatorio di Milano.

Maltempo: vento e neve, allerta in 7 Regioni.

Allerta gialla in 7 Regioni, nella giornata di domani – mercoledì 23 gennaio -, per un’ondata di maltempo che investirà il nostro Paese.

Previste nevicate a bassa quota e forti venti in molte zone del Nord e del Centro Italia.
Le regioni più colpite dal vento forte saranno Liguria, già flagellata poco tempo fa da violente mareggiate, e Sardegna, mentre in tutto il nord si attendono paesaggi imbiancati fino a quote pianeggianti.

Tuttavia, le Regioni per cui la Protezione Civile ha emanato allerta gialla sono quelle del Centro e del Sud Italia, in cui potranno verificarsi i fenomeni atmosferici più intensi.

Australian Open: sorprese a non finire!

Boom di sorprese all’Australian Open di Tennis in programma in questi giorni in Australia.

Dopo l’uscita, nel femminile, di Dominique Kerber e Maria Sharapova, è il turno di “King” Roger Federer abbandonare la kermesse.

Il grande tennista svizzero, infatti, viene sconfitto per la prima volta in carriera da Stefanos Tsitsipas in 4 set col punteggio di 7-6 6-7 7-5 7-6, in un match serratissimo durato 3h45′.

Abbandona il torneo anche il croato Cilic, eliminato da Bautista-Agut al 5° set.

Avanzano, invece, senza problemi Rafa Nadal, Nole Djokovic e Tomasz Berdych.

Brescia: 4 minorenni scomparsi.

Quattro ragazzini tra i 13 ed i 15 anni sono spariti da giorni nel Bresciano.

Le famiglia hanno sporto denuncia e le ricerche, per il momento, non hanno dato alcun esito. La sola particolarità nella scomparsa è che nelle loro ricerche internet vi erano informazioni su come muoversi a Milano.

I giovani sono di origine straniera, nati in Italia. Gli inquirenti sono certi che la fuga non sia avvenuta né sotto minaccia né per costrizione, ma che si tratti quindi di un gesto volontario.

Incidente per Filippo d’Edimburgo: illeso.

Grave incidente, per fortuna senza conseguenze, per il principe consorte Filippo d’Edimburgo.

Il Duca, 97 anni, era alla guida della sua Land Rover, quando si è scontrato con un’altra auto capovolgendosi.

Il botto è stato tremendo, ma il principe, seppure in stato di shock, è rimasto illeso. Feriti lievemente gli occupanti dell’altra auto.

Dopo l’incidente, Filippo è stato portato su un’altra auto a Sandringham, nella tenuta reale del Norfolk.

“Tu non vali niente!”

Carola era una ragazza appena ventenne, studiosa e molto attraente.

Una sera, uscendo con le amiche diretta ad una locale discoteca, incontra un gruppo di ragazzi.

Uno di questi, Marco, si avvicina a lei con modi molto gentili ed educati. Lui bello, moro, tutto muscoli e con un modo di fare a cui una donna, soprattutto giovane come Carola, difficilmente resiste.

Un piccolo scambio di parole e lui, improvvisamente, tira fuori un biglietto da visita con su scritto “Marco Cantaldi. Investigatore privato. Tel. 340*******” e le dice “Sei simpatica. Questo è il mio numero, se ti va chiamami uno di questi giorni” e le fa l’occhiolino.

Carola e le sue amiche continuano per la loro strada, quella che porta ad una nota discoteca cittadina, frequentata ogni sabato da centinaia di ragazze e ragazzi di ogni età.
La serata in discoteca trascorre molto bene. La giovane si diverte fino a tarda notte e, un po’ brilla, torna a casa.

Il giorno dopo, però, si ricorda ancora di quel ragazzo dai modi gentili e nobili che le aveva parlato la sera prima e, senza quasi pensarci, lo chiama.

“Marco, sono Carola, la ragazza con cui hai parlato ieri, mentre andavamo allo Zante…ti ricordi di me?”

La sua risposta è sorprendente: “Certo Carola, mi ricordo perfettamente! Come dimenticare una ragazza così graziosa ed educata? Non potrei mai! Che dici, ci vediamo stasera in pizzeria? O preferisci una cena più romantica?”

Carola rimane un po’ in silenzio, forse spiazzata da quella domanda. Poi si fa coraggio e dice: “No no, va bene pizzeria. In fondo sono un maschiaccio, non sono per le finezze”

E così, la sera stessa, Carola esce e va in pizzeria con Marco.

E’ l’inizio di una frequentazione che diventa sempre più assidua fino alla proposta di Marco: andare a vivere assieme.

Carola, ormai innamorata persa, non ci pensa neanche mezzo secondo ed accetta la proposta di lui, di quel ragazzo tanto gentile e protettivo che l’aveva amata sin dal primo sguardo.

Dopo qualche mese, però, Carola si accorge che il comportamento gentile si è affievolito. Marco, inizialmente carino ed amorevole, si è irrigidito e non la fa più sentire la Regina di prima.

Il tempo passa e Marco diventa sempre più oppressivo, sfuggente e riservato. Ad ogni ora dice di dover uscire per lavoro e, senza ulteriori spiegazioni, si infila la giacca e va via.

Lei, inizialmente, pensa che sia dovuto al suo impiego di investigatore.

Ma continua a non capire. Marco, quel ragazzo gentile che l’aveva fatta innamorare, è diventato un altro. Impaziente, scorbutico, insolente. Ogni giorno la fa sentire inadeguata e la opprime.

Un giorno lei le prepara le lasagne: “Amore, guarda, ti ho fatto le lasagne”.
“Cazzo, Carola, c’è troppa besciamella!”.

I suoi comportamenti diventano sempre più tremendi, facendo cadere in depressione la povera Carola che, un giorno, perde i sensi.

La storia durata vari mesi finisce il 31 ottobre. La sera di Halloween lui, in uno scatto d’ira, le augura la morte, ennesimo atto di violenza psicologica.

Ma Carola, nonostante molto giovane, non si da per vinta e lo denuncia.

E’ l’inizio della libertà.

Ora, Carola, 30 anni, ha 2 figli ed un marito che la ama…stavolta veramente.”

Auto non rispetta l’alt: 4 morti.

Quattro persone sono decedute al termine di un lungo inseguimento, tra le province di Benevento e Caserta.

L’auto su cui viaggiavano, intercettata dalla Polizia Stradale di Telese Terme (BN), non si è fermata all’alt intimato dagli agenti ed ha continuato per 20 km prima di uscire di strada e schiantarsi all’uscita di Alvignano (Caserta).

I fuggiaschi sono deceduti sul posto e nel luogo dell’incidente sono intervenuti Carabinieri e sanitari del 118.

SuperCoppa alla Juventus: 1-0.

La Juventus si aggiudica il primo trofeo stagionale, vincendo la Supercoppa che si è giocata a Jeddah.

Primo tempo vivace, interrotto solo da una temporanea invasione di uno spettatore in cerca del suo attimo di gloria.
Un’occasione per parte, con Cristiano Ronaldo che è apparso in buona forma, superato solo dal rossonero Cutrone (titolare a sorpresa al posto dell’ex Higuain).

Nel secondo tempo le squadre danno vita ad un botta e risposta con occasioni per Cutrone, Costa e Cancelo.

Al 61′ assist di Pjanic per Cristiano Ronaldo (in sospetto offside) che da due passi non sbaglia.
Passano 10 minuti ed entra il grande ex: Higuain che, però, non incide. Pochi minuti e Banti, richiamato al VAR da Guida, espelle Kessie reo di un fallo (palesemente involontario) su Emre Can. A fine partita rigore netto non concesso né da Banti né da Guida, rei di una svista colossale che, forse, avrebbe potuto cambiare la partita.

Finisce 1-0.